Come proteggere l'organizzazione dalle truffe di accesso remoto: 6 consigli per ridurre i rischi di sicurezza

Le ultime tecniche di phishing a cui prestare la massima attenzione riguardano le truffe tramite accesso remoto. Scopri come proteggerti grazie ai consigli di Jerry Hsieh, Direttore Senior di Splashtop per la sicurezza e la conformità.

Man mano che i gruppi di cybercriminali si organizzano per affinare sempre di più le loro tecniche, ogni azienda, grande o piccola che sia, corre dei rischi. Soprattutto perché il 95% dei crimini informatici ha origine da un errore umano: ecco perché il phishing è una tattica molto diffusa nel mondo della criminalità informatica. In questo blog parleremo di una nuova forma di phishing che dovrebbe essere tenuta d'occhio: le truffe tramite accesso remoto.

Per Splashtop la sicurezza dei nostri clienti è un aspetto di primaria importanza. Analizziamo regolarmente i comportamenti sospetti sui nostri sistemi per contribuire a garantire la sicurezza della nostra clientela. Tuttavia, la cosa migliore che puoi fare per proteggere la tua organizzazione e i tuoi dati consiste nel prendere coscienza degli attuali crimini informatici e nel provvedere a una frequente formazione in materia di sicurezza informatica per i tuoi dipendenti. Basta un semplice clic su un link dannoso per mettere a rischio la tua organizzazione.

Cosa sono le truffe tramite accesso remoto?

In sintesi: i gruppi criminali sfruttano gli strumenti di accesso remoto per cercare di estorcere denaro.

Questi attacchi si avvalgono di servizi di accesso remoto per colpire di nascosto i computer delle vittime. Le truffe tramite accesso remoto sfruttano le debolezze umane più che le vulnerabilità tecnologiche intrinseche. Ciononostante, questi attacchi possono determinare violazioni di dati o estorsioni di dati costose e dannose.

Come fanno i truffatori a entrare nel computer della vittima?

Secondo Sygnia, le nuove minacce di phishing si presentano come servizi di abbonamento molto diffusi, affinché possano ingannare le vittime e indurle a scaricare strumenti commerciali per l'accesso remoto. I malintenzionati sfruttano poi questi strumenti per distribuire malware e infine accedere alla rete e ai dati compromessi.

La consapevolezza degli utenti è parte integrante della protezione dei dati aziendali. Ogni dipendente deve essere costantemente informato e vigile. Splashtop attribuisce una grande importanza alla sicurezza dei propri utenti e, per questo motivo, ti consigliamo di valutare la sicurezza del tuo software di accesso remoto come misura precauzionale.

La sicurezza è per Splashtop una priorità assoluta

Ecco perché i nostri prodotti offrono una serie di efficaci funzioni di sicurezza, tra cui l'autenticazione del dispositivo e quella a due fattori, il single sign-on e l'IP whitelisting. Ogni sessione viene crittografata unitamente a tutti i dati dell'utente, in modo che chi non è autorizzato non possa leggerli. I prodotti Splashtop dispongono anche di controlli di accesso basati sui ruoli, revisioni periodiche degli account e registri per mantenere il tuo team conforme e protetto.

Inoltre, Splashtop ha stipulato un accordo di collaborazione con BitDefender per offrire agli utenti la possibilità di proteggere i propri computer gestiti con una tecnologia di sicurezza degli endpoint tra le più avanzate del settore.

Per garantire un'ulteriore protezione, l'app SOS personalizzata prevede un avviso a comparsa per gli utenti, che li informa quando intraprendono una sessione con una fonte attendibile. Il nostro team esamina ogni account SOS personalizzato e rifiuta quelli che non sembrano regolari. Ad esempio, un account che cerca di accedere a un numero di computer superiore al previsto in diverse aree geografiche.

6 consigli per ridurre i rischi per la sicurezza

Considerando l'evoluzione dello scenario relativo alla criminalità informatica, Splashtop propone di seguire queste sei procedure ottimali per mitigare i rischi legati alla sicurezza:

1. Organizzare regolarmente corsi di formazione per i dipendenti

Un clic sul link sbagliato può compromettere un intero sistema. Gli avvisi sulle nuove minacce alla sicurezza, insieme alla formazione regolare e alle verifiche del livello di conoscenza, possono prevenire totalmente le violazioni della sicurezza. Per iniziare, consulta questo documento di suggerimenti per contrastare il phishing realizzato dalla Cybersecurity and Infrastructure Agency (CISA).

2. Priorità e backup dei dati

Comprendere il valore dei diversi tipi di dati può essere utile per migliorare la propria strategia di sicurezza dei dati. Individua i tuoi dati più sensibili, crittografali ed esegui il backup. È fondamentale adottare una strategia di backup frequente per proteggere i dati finanziari, la proprietà intellettuale, il codice sorgente e le e-mail.

3. Crittografare i dati più importanti

Questo renderà i dati inaccessibili agli utenti non autorizzati. Nel caso in cui i dati venissero compromessi, potranno essere decifrati solo con una chiave di crittografia.

4. Patch e aggiornamenti frequenti

Gli aggiornamenti e le patch di sicurezza sono facilmente disponibili per ogni tipo di dispositivo, sistema operativo e applicazione. Spesso, però, questo passaggio viene saltato. Per evitare di lasciare la tua organizzazione e i tuoi dipendenti esposti alle minacce, applica le patch e aggiorna tutti gli strumenti (sistemi operativi, applicazioni, firmware e dispositivi).

5. Stabilire la sicurezza degli endpoint

Il server di un'organizzazione compromesso è solitamente il risultato di un endpoint compromesso. Una soluzione EDR (endpoint detection and response) che monitora costantemente tutti gli endpoint e i dispositivi degli utenti finali può essere utile per individuare e rispondere alle minacce informatiche, come il ransomware.

6. Consultare degli esperti per la configurazione della VPN

Le VPN tradizionali non offrono un controllo adeguato sui dispositivi e sugli utenti che possono connettersi alla rete. Non esiste una procedura standard per la configurazione, il funzionamento e la distribuzione degli accessi, che quindi vengono spesso sfruttati. Un esperto può garantire che il canale di accesso sia protetto, in modo da tutelare i dati e la riservatezza.

Per ulteriori suggerimenti, dai un'occhiata all'infografica di Splashtop sulla prevenzione degli attacchi informatici.

Vigilare

La sicurezza informatica è una questione sempre aperta. Spetta a tutti la responsabilità di rimanere informati e aggiornati sulle procedure ottimali. Per questo motivo, Splashtop organizza regolarmente corsi di formazione per i dipendenti e verifiche per assicurarsi che tutti mettano in pratica queste tecniche. Ti invitiamo a fare lo stesso.

Per saperne di più sulla sicurezza di Splashtop, visita la nostra pagina dedicata. Se hai altre domande, contattaci.


Contenuto correlato

Banner di prova gratuito nella parte inferiore del blog