Come trovare un fornitore di accesso e supporto remoto per il tuo help desk IT aziendale

Trovare i fornitori giusti per il tuo help desk IT può essere difficile. Scopri come trovare un fornitore di accesso e supporto remoto in base ai casi d'uso specifici della tua azienda.

La domanda che si pongono i responsabili dell'help desk IT non è più: "Abbiamo bisogno di una soluzione di accesso e supporto remoto?" Ma è invece: "Quale soluzione dovremmo usare?".

La scelta del fornitore può essere complicata e ai clienti non piace dover passare diversi mesi a provare diverse soluzioni. Ecco perché, oggi, si registra una forte propensione al cambio di fornitore tra i clienti. Se da una parte cambiare non è difficile, l'accettazione da parte degli utenti e il successo della soluzione aumentano drasticamente quando la soluzione iniziale soddisfa le esigenze dell'organizzazione.

È qui che entrano in gioco i casi d'uso. Concentrarsi sul proprio caso d'uso conduce alla risposta giusta, la prima volta. La soluzione ideale è quella che meglio risponde al caso d'uso specifico della propria organizzazione in materia di accesso e supporto remoto. La velocità di un'auto sportiva è fantastica, ma non è rilevante quando il tuo caso d'uso più comune è quello di accompagnare una squadra di bambini agli allenamenti di calcio.

Crea un elenco di casi d'uso

Per iniziare, dovresti fare una lista dei casi d'uso specifici a cui vuoi rivolgerti con l'accesso e il supporto remoto. In questo modo, avrai il contesto necessario per dare la priorità alle funzioni e alle capacità della soluzione che vuoi verificare e collaudare, non a quelle che il fornitore vuole farti vedere. Il processo rende la selezione del fornitore molto più semplice.

Ecco i 5 casi d'uso più comuni di accesso e supporto remoto per un help desk IT:

  1. Accesso in qualsiasi momento/non supervisionato ai computer gestiti da remoto
  2. Supporto per i dipendenti che necessitano di aiuto immediato: accesso su richiesta (supervisionato) ai loro computer e dispositivi mobili
  3. Supporto per vari sistemi operativi, in particolare con l'aumento delle iniziative BYOD (dispositivi Windows, Mac, Linux, Android e iOS)
  4. Integrazione dell'accesso remoto su richiesta con ticketing, chat, flussi di lavoro dei tecnici e sistemi PSA per un supporto olistico
  5. Controllo centralizzato per gestire l'accesso e il supporto di una forza lavoro distribuita, utenti, gruppi, dispositivi, permessi di accesso e altro.

Questo elenco è un punto di partenza. Esistono, ovviamente, più casi d'uso rispetto a quelli elencati sopra. Descrivendo i tuoi, puoi concentrarti su quelle caratteristiche e funzioni di cui hai veramente bisogno, rispetto a quelle che sono piacevoli da avere o del tutto inutili.

Abbina le funzionalità, le capacità e il supporto di una potenziale soluzione ai tuoi casi d'uso

L'help desk IT aziendale ha bisogno di una soluzione per l'accesso e il supporto remoto che si adatti a tutti i tuoi casi d'uso. Altrimenti, potresti ritrovarti a cercarne un'altra o a cercare una soluzione complementare entro pochi mesi dall'implementazione.

Nel valutare le funzioni e le capacità, considera quanto è specifico un fornitore. Ad esempio, la pagina specifica di Splashtop, Software di supporto remoto per gli Help Desk IT, contiene descrizioni di funzioni e capacità ben dettagliate, suddivise per categoria.

Molto spesso, un fornitore può offrire delle funzioni che sembrano in grado di svolgere il lavoro più adatto ai tuoi casi d'uso, quando in realtà, non funzionano nel modo previsto per tale contesto. È difficile capirlo leggendo un elenco di funzionalità. Occorre esercitare un po' più di due diligence e scoprire cosa pensano i clienti reali delle soluzioni che stai valutando per i tuoi casi d'uso specifici.

Che tipo di supporto ti offrirà il fornitore?

Oltre alle funzioni e alle capacità del fornitore, è importante considerare il modo in cui ti supporta. Considera i diversi canali su cui puoi contattarlo (e-mail, telefono, chat) e se puoi parlare con un operatore dal vivo, in tempo reale. Dovresti ricevere un alto livello di supporto indipendentemente dalle dimensioni della tua azienda o dalla sua ubicazione. Un'assistenza clienti di qualità eccellente è un fattore determinante.

Ad esempio, nel caso del software di supporto remoto di Splashtop, le valutazioni dei clienti di Splashtop sul sito Web softwareadvice.com (registrate l'8 febbraio 2022) rivelano che Splashtop, ancora una volta, ha ricevuto le valutazioni più alte, con un punteggio complessivo di 4,81 su 5. Le valutazioni elevate si basavano principalmente su quattro elementi che i clienti hanno notato in Splashtop:

  • Consegna del miglior rapporto qualità/prezzo
  • Qualità dell'assistenza clienti
  • Facilità d'uso
  • Funziona e basta

Con i budget IT costantemente al limite, se riesci a risparmiare una considerevole percentuale rispetto alle soluzioni concorrenti (cioè AnyDesk, LogMeIn (GoTo), TeamViewer, ecc.) e ricevere un'esperienza migliore, allora è una grande vittoria.

"Funziona e basta"

"Funziona e basta" esprime il semplice concetto che i prodotti Splashtop funzionano come da programma quando i clienti ne hanno bisogno, specialmente quando gli utenti lontani hanno dei problemi. Non esiste momento più disperato per i tuoi dipendenti e gli altri utenti di quando sono lontani e hanno problemi di natura tecnica. È allora che hai bisogno di una soluzione di accesso e supporto remoto che funzioni. Non esistono scuse.

Aggiungi Splashtop alla tua lista ristretta

Il numero di recensioni costantemente alto dovrebbe convincerti a inserire Splashtop nella tua lista di soluzioni di accesso e supporto remoto per il tuo help desk IT aziendale. Splashtop offre una demo e una prova gratuita così che tu possa metterlo alla prova per il tuo caso d'uso specifico. Provalo oggi stesso.

Inizia subito con una demo di Splashtop Enterprise.


Contenuto correlato

In che modo i team IT stanno affrontando la diversità dei dispositivi

Sei pronto per una forza lavoro distribuita sostenibile? Fai la nostra valutazione del lavoro a distanza per scoprirlo

In che modo l'IT è passato dal lavoro caotico al lavoro distribuito in tre numeri fondamentali

Banner di prova gratuito nella parte inferiore del blog