Vai al contenuto principale
+31 (0) 20 888 5115Prova gratuita
A cybercriminal in Germany in front of binary code and network connections.
Sicurezza

Criminalità informatica in Germania: le 5 principali minacce di cui bisogna tenere conto

10 minuti di lettura

Iscriviti

NewsletterFeed RSS

Condividi

Negli ultimi anni abbiamo assistito a un aumento significativo della criminalità informatica in tutto il mondo e la Germania non fa eccezione. La criminalità informatica riguarda attività criminali che prendono di mira o utilizzano computer, dispositivi di rete e Internet. Queste attività possono disturbare la vita degli individui e le attività delle aziende, causando perdite finanziarie e personali. 

Man mano che ci affidiamo alle tecnologie digitali, la necessità di una forte sicurezza informatica, ovvero di misure di protezione contro le minacce informatiche, diventa sempre più cruciale. Questo è particolarmente vero per gli strumenti che ci permettono di accedere e gestire i computer da remoto, come quelli offerti da Splashtop. Questi strumenti ci aiutano a lavorare e a gestire le attività da qualsiasi luogo, ma senza un'adeguata sicurezza potrebbero esporci a rischi come l'accesso non autorizzato o il furto di dati. 

Ecco perché la comprensione e l'implementazione della sicurezza informatica non è solo per gli esperti di tecnologia: è importante per tutti. In questo post del blog, esamineremo le cinque principali minacce informatiche in Germania che dovresti conoscere per aiutarti a proteggere te stesso e i tuoi dati nel mondo digitale.  

Minaccia #1: ransomware 

Il ransomware è un tipo di software dannoso (malware) che blocca l'accesso a un sistema informatico o ne crittografa i file, chiedendo alla vittima di pagare un riscatto per riavere l'accesso. Può colpire chiunque, dai singoli utenti privati alle grandi aziende, causando non solo danni economici ma anche notevoli interruzioni delle attività quotidiane.

In Germania, il ransomware è diventato una preoccupazione pressante. Ad esempio, in un episodio degno di nota, un importante ospedale universitario di Düsseldorf è stato colpito da un attacco ransomware, che ha portato a gravi interruzioni nell'assistenza ai pazienti e ha evidenziato il pericoloso potenziale di questi attacchi alle infrastrutture critiche.

Per proteggerti e proteggere la tua azienda dal ransomware, prendi in considerazione i seguenti consigli: 

  • Backup regolari: effettua backup regolari di tutti i dati importanti e assicurati che siano archiviati separatamente dai tuoi sistemi principali. In questo modo, se i tuoi dati venissero presi in ostaggio, potrai ripristinarli da un backup senza dover pagare il riscatto. 

  • Sistemi di aggiornamento e patch: assicurati che tutti i tuoi programmi e sistemi operativi siano aggiornati con le patch di sicurezza più recenti. Molti attacchi ransomware sfruttano le vulnerabilità di software obsoleti. 

  • Educare e formare i dipendenti: assicurati che tutti i membri della tua organizzazione sappiano come riconoscere le e-mail o i collegamenti sospetti: metodi comuni per la diffusione di ransomware. 

  • Utilizza strumenti di sicurezza affidabili: installa e mantieni software antivirus e firewall affidabili per rilevare e prevenire le infezioni da malware. 

  • Piano di risposta agli incidenti: disporre di un piano chiaro su come rispondere in caso di infezione da ransomware, incluso come isolare i sistemi infetti dalla rete per prevenire la diffusione di malware.

Una volta compreso che cos'è il ransomware e prese le misure proattive necessarie per proteggersi da esso, è possibile ridurre in modo significativo il rischio e l'impatto di questi pericolosi attacchi.

Minaccia n. 2: truffe di phishing

Il phishing è una tecnica ingannevole utilizzata dai criminali informatici per indurre le persone a fornire informazioni sensibili come password, numeri di carta di credito o altri dati personali. Lo fanno mascherandosi da entità affidabili attraverso e-mail, messaggi di testo o messaggi sui social media.

Le tattiche di phishing possono variare, ma spesso si tratta di e-mail che sembrano provenire da organizzazioni o contatti noti. Ad esempio, potresti ricevere un'e-mail che sembra provenire dalla tua banca e che ti chiede di cliccare su un link per aggiornare la tua password. Tuttavia, il link porta a un sito web falso progettato per rubare le tue credenziali. Per proteggerti dalle truffe di phishing, segui queste misure preventive:

  • Verifica l'origine: controlla sempre l'indirizzo e-mail del mittente per eventuali anomalie, anche se il messaggio sembra provenire da un contatto o da un'organizzazione nota.

  • Pensa prima di cliccare: fai attenzione quando fai clic sui collegamenti o scarichi allegati da e-mail sconosciute o inaspettate.

  • Utilizza un software di sicurezza: utilizza un software di sicurezza completo che include funzionalità di scansione delle e-mail e rilevamento del phishing.

  • Tieniti informato sulle tecniche di phishing: rimani aggiornato sulle ultime tattiche di phishing, poiché si evolvono continuamente. Molti siti Web e servizi di sicurezza forniscono aggiornamenti e avvisi.

  • Educa il tuo team: se fai parte di un'organizzazione, assicurati che tutti i membri siano preparati su come riconoscere i tentativi di phishing. Sessioni di allenamento regolari possono essere molto utili.

Minaccia n. 3: violazioni dei dati 

Una violazione dei dati si verifica quando dati sensibili, protetti o riservati vengono acceduti, divulgati o rubati senza autorizzazione. Questi dati possono includere informazioni personali come nomi, indirizzi, numeri di previdenza sociale e dati finanziari, ma anche segreti aziendali e proprietà intellettuale.

L'impatto delle violazioni di dati sulle aziende può essere grave e va dalle perdite finanziarie dovute a multe e spese legali, ai danni di reputazione a lungo termine. I consumatori colpiti dalle violazioni di dati rischiano il furto di identità e le frodi finanziarie, e spesso soffrono di problemi di credito e di privacy a lungo termine. 

In Germania, importanti violazioni di dati hanno fatto notizia, colpendo sia il settore pubblico che le aziende private. Ad esempio, un'importante azienda di software tedesca ha subito una violazione che ha esposto i dati personali di milioni di utenti. Questi incidenti evidenziano la vulnerabilità anche dei sistemi più sofisticati rispetto alle falle nella sicurezza. Per proteggerti dalle violazioni dei dati, considera le seguenti procedure ottimali: 

  • Usare password complesse e univoche: assicurati che tutti gli account dispongano di password complesse e univoche. Prendi in considerazione l'utilizzo di un gestore di password per tenerne traccia. 

  • Implementare l'autenticazione a più fattori (MFA): l'autenticazione a più fattori aggiunge un ulteriore livello di sicurezza richiedendo agli utenti di fornire due o più fattori di verifica per ottenere l'accesso a una risorsa, riducendo la probabilità di accesso non autorizzato. 

  • Aggiornare e applicare patch periodiche ai sistemi: mantieni aggiornati tutti i sistemi e i programmi con le patch e gli aggiornamenti di sicurezza più recenti. Molte violazioni sfruttano vulnerabilità nel software che avrebbero potuto essere corrette. 

  • Crittografare i dati sensibili: utilizza la crittografia per proteggere i dati in transito e inattivi, rendendo più difficile l'accesso alle informazioni leggibili per gli utenti non autorizzati. 

  • Educare i dipendenti: una formazione regolare sulle best practice di sicurezza e il riconoscimento dei tentativi di phishing possono ridurre il rischio di violazioni causate da errori umani. 

  • Sviluppare un piano di risposta agli incidenti: prepara un piano dettagliato su come rispondere alle violazioni dei dati, incluso come identificare la violazione, contenere i danni e informare le persone e le autorità interessate. 

Minaccia n. 4: minacce interne 

A differenza di altre minacce informatiche che spesso hanno origine dall'esterno di un'organizzazione, le minacce di tipo insider hanno origine dall'interno, in genere da dipendenti, ex dipendenti, appaltatori o soci d'affari che hanno accesso a informazioni e sistemi sensibili. Queste minacce possono essere di natura dolosa, come nel caso di un dipendente che ruba deliberatamente dati riservati, o non intenzionale, come nel caso di un dipendente che divulga accidentalmente informazioni online o a persone non autorizzate. 

Le minacce interne sono particolarmente impegnative perché provengono da persone che hanno legittimamente accesso ai dati della tua azienda. Queste minacce possono assumere varie forme, dal sabotaggio al furto di dati, fino alla semplice manipolazione o all'uso improprio dei dati senza intento malevolo. 

Con l'aumento del lavoro a distanza, proteggere gli ambienti di lavoro dalle minacce interne è diventata una sfida unica. Il lavoro a distanza può offuscare i tradizionali confini di sicurezza di un ufficio, rendendo più difficile il monitoraggio e il controllo dell'accesso alle informazioni sensibili. Tuttavia, offre anche l'opportunità di implementare solide misure di sicurezza adatte al panorama digitale: 

  • Soluzioni per l'accesso remoto sicuro: utilizzare strumenti di accesso remoto sicuro come Splashtop, che offrono funzionalità come la registrazione delle sessioni e l'autenticazione a più fattori. Questi strumenti garantiscono che l'accesso ai dati sensibili sia sicuro e tracciabile. 

  • Audit e monitoraggio regolari: implementare audit regolari dei tuoi sistemi e delle attività degli utenti. I controlli regolari possono contribuire a individuare modelli di accesso insoliti o tentativi non autorizzati di accesso ai dati, che potrebbero indicare una minaccia interna. Gli strumenti che registrano e monitorano le attività degli utenti possono fornire un audit trail che può essere prezioso per indagare e rispondere agli incidenti. 

  • Principio del privilegio minimo (PoLP): applicare il principio del privilegio minimo per garantire che i dipendenti possano avere solo l'accesso di cui hanno bisogno per svolgere le loro funzioni lavorative. Questo minimizza il rischio di condivisione accidentale o dolosa delle informazioni. 

  • Formazione continua e consapevolezza: istruire i dipendenti sui rischi delle minacce interne e sull'importanza di seguire le politiche aziendali relative alla sicurezza dei dati. La formazione dovrebbe enfatizzare le responsabilità di ciascun dipendente nella protezione delle risorse dell'organizzazione, soprattutto in un ambiente remoto. 

  • Strategia di risposta agli incidenti: sviluppare una chiara strategia di risposta agli incidenti che includa piani di comunicazione e ruoli in caso di sospetta minaccia interna. Un'azione rapida ed efficace può mitigare i danni causati da tali minacce. 

Minaccia n. 5: minacce persistenti avanzate (APT) 

Le minacce informatiche avanzate (APT) rappresentano una forma complessa di attacco informatico eseguito da gruppi altamente qualificati e spesso sponsorizzati a livello statale con l'obiettivo di rubare informazioni o sorvegliare obiettivi per periodi prolungati. A differenza di altre minacce informatiche che cercano un rapido guadagno economico, le APT si concentrano sull'infiltrazione a lungo termine, rimanendo inosservate all'interno di una rete per raccogliere continuamente informazioni preziose. 

Le APT sono pianificate ed eseguite meticolosamente e prendono di mira organizzazioni specifiche per motivi strategici, come lo spionaggio o vantaggi politici. In Germania sono state documentate diverse APT degne di nota: 

  • Campagna ghostwriter: questa campagna ha comportato disinformazione e furto di credenziali contro entità tedesche, ritenute parte di uno sforzo per influenzare i sentimenti politici e le percezioni pubbliche. 

  • Gruppo Winnti: noto per i suoi attacchi principalmente contro l'industria dei giochi, questo gruppo ha preso di mira anche le aziende tecnologiche tedesche, con l'obiettivo di rubare proprietà intellettuale. 

Per difendersi dalle APT, le organizzazioni devono implementare misure di sicurezza a più livelli che vadano oltre le protezioni convenzionali. Ecco alcune strategie da considerare: 

  • Segmentazione delle reti: dividere la rete aziendale in segmenti per limitare la capacità di un utente malintenzionato di muoversi lateralmente all'interno dei sistemi se ottiene l'accesso a un segmento. 

  • Sistemi avanzati di rilevamento delle minacce: utilizzare soluzioni che impiegano l'apprendimento automatico e l'analisi comportamentale per rilevare modelli di comportamento insoliti nel traffico di rete e nelle operazioni degli endpoint, che sono indicativi delle attività APT. 

  • Valutazioni periodiche della sicurezza: condurre regolarmente audit di sicurezza e test di penetrazione per identificare e correggere le vulnerabilità che potrebbero essere sfruttate dagli aggressori. 

  • Monitoraggio e registrazione completi: mantenere registri dettagliati dell'attività di rete e monitorarli regolarmente per rilevare segni di attività sospette. Può essere fondamentale per tracciare i passi di un utente malintenzionato e comprenderne i punti di ingresso. 

  • Risposta agli incidenti e capacità forensi: sviluppare un solido piano di risposta agli incidenti che includa funzionalità forensi, per indagare su qualsiasi violazione o intrusione, raccogliere prove e comprendere le tattiche, le tecniche e le procedure (TTP) utilizzate dagli aggressori. 

  • Formazione e sensibilizzazione dei dipendenti: formare regolarmente i dipendenti sulle più recenti minacce informatiche e tecniche di phishing, poiché l'errore umano può spesso fornire alle APT il loro punto di ingresso iniziale. 

In che modo Splashtop mitiga i rischi per la sicurezza informatica  

Splashtop è dotato di funzionalità uniche che consentono di affrontare le minacce informatiche in continua evoluzione evidenziate in questo blog e che lo rendono una soluzione ideale per rafforzare la sicurezza informatica e al tempo stesso implementare tecnologie di accesso e supporto remoto senza soluzione di continuità nel contesto lavorativo remoto.     

Ecco alcuni modi in cui Splashtop protegge le organizzazioni dalle minacce sopra elencate:    

Protezione contro ransomware e truffe di phishing:

  • Autenticazione a più fattori (MFA): Splashtop integra l'MFA, aggiungendo un livello essenziale di sicurezza che aiuta a prevenire l'accesso non autorizzato, fondamentale per la protezione dal phishing e dal furto di credenziali.   

  • Autenticazione del dispositivo: i dispositivi devono essere autenticati prima di poter accedere a Splashtop, garantendo che solo quelli approvati possano connettersi alla rete, riducendo il rischio che il ransomware si diffonda attraverso dispositivi non autorizzati.   

Salvaguardia contro le violazioni dei dati:

  • Crittografia della sessione: Splashtop garantisce che tutte le sessioni remote siano crittografate utilizzando TLS e AES a 256 bit, proteggendo i dati in transito da intercettazioni o furti.   

  • Impostazioni di autorizzazione granulari: agli utenti viene concesso l'accesso solo ai sistemi e ai dati specifici di cui hanno bisogno per i loro ruoli, riducendo al minimo il potenziale impatto di una violazione dei dati.   

Mitigazione delle minacce interne: 

  • Registrazione della sessione: questa funzionalità registra tutte le sessioni di accesso remoto, fornendo un audit trail che può essere prezioso per rilevare e analizzare le minacce interne.

  • Registri delle attività: la registrazione completa delle attività degli utenti aiuta le organizzazioni a monitorare e analizzare le azioni intraprese durante le sessioni remote, il che è fondamentale per individuare tempestivamente comportamenti potenzialmente dannosi.

  Difesa contro le minacce persistenti avanzate (APT):

  • Aggiornamenti di sicurezza regolari: Splashtop aggiorna regolarmente la sua piattaforma per affrontare nuove vulnerabilità e migliorare le funzionalità di sicurezza, aiutando a proteggersi da attacchi informatici sofisticati come le APT.

  • Protezione degli endpoint: l'integrazione con le piattaforme di protezione degli endpoint migliora la sicurezza garantendo che tutti i dispositivi connessi soddisfino gli standard di sicurezza dell'organizzazione.

Prova Splashtop gratuitamente 

In questo post, abbiamo esaminato le principali minacce informatiche in Germania, tra cui ransomware, phishing, violazioni dei dati, minacce interne e minacce persistenti avanzate. Per affrontare queste sfide è necessario un approccio proattivo alla sicurezza informatica. 

È fondamentale adottare soluzioni di sicurezza complete e al passo con l'evoluzione delle minacce. La suite di strumenti di Splashtop offre una robusta protezione attraverso l'accesso remoto sicuro e rigorosi controlli degli accessi. 

Non perderti gli aggiornamenti e proteggi il tuo ambiente digitale. Scopri di più sui prodotti di Splashtop e sulle sue funzioni di sicurezza. Iscriviti per una prova gratuita! 

Splashtop's SEO Manager Verena Cooper.
Verena Cooper
Verena è un International SEO Manager di Splashtop. Amante della tecnologia e della sicurezza informatica, è una fedele utilizzatrice delle soluzioni di accesso remoto di Splashtop.
Prova gratuita

Contenuti correlati

Supporto remoto del Help Desk e IT

Aumenta la produttività del settore IT con "Incolla gli appunti come sequenze di tasti"

Ulteriori informazioni
MSP

Che cos'è un MSP? Esplorare i Provider di Servizi Gestiti

Supporto remoto del Help Desk e IT

Che cos'è il supporto tecnico?

Informazioni dettagliate sull'accesso remoto

Come riavviare un desktop remoto

Visualizza tutti i blog
Scopri le ultime notizie su Splashtop
AICPA SOC icon
  • Conformità
  • Informativa sulla privacy
  • Condizioni d'uso
Copyright ©2024 Splashtop Inc. Tutti i diritti riservati. Tutti i prezzi indicati non includono le tasse applicabili.