In che modo i team IT stanno affrontando la diversità dei dispositivi

La forza lavoro distribuita di oggi si basa sulla diversità dei dispositivi. Scopri come i team IT stanno supportando un'ampia gamma di dispositivi BYOD e in ufficio.

Nel 2022, le aziende di tutte le dimensioni devono gestire un'infrastruttura di dispositivi diversificata per soddisfare le esigenze dei propri dipendenti, clienti e partner.

Nonostante siano molto più piccoli di laptop e tablet, i dispositivi mobili hanno raggiunto il limite in termini di capacità di eseguire app, sfruttare servizi basati su cloud e interagire con i sistemi back-end. L'uso di dispositivi mobili consente agli utenti di lavorare ovunque e ogni volta che ne hanno bisogno, pur fornendo loro l'accesso alle risorse aziendali.

I dispositivi mobili migliorano anche il flusso di lavoro estendendo i processi aziendali e rendendoli più efficienti. Un recente sondaggio80% di Oxford Economics ha rilevato che i leader IT e aziendali ritengono che i dipendenti abbiano bisogno di uno smartphone per lavorare in modo efficace. Nello stesso sondaggio, 75%ha affermato che i dispositivi mobili sono essenziali per i flussi di lavoro aziendali della loro azienda. È facile capire perché attraverso solo un paio di esempi.

Gli account manager ora utilizzano abitualmente le app mobili per:

  • Effettua ordini
  • Aggiorna le informazioni sui clienti
  • Recupera prezzi e tassi di sconto
  • Condividere informazioni e aggiornamenti sui prodotti con i clienti

Human Resources mantiene i dipendenti impegnati e in pista. I dipendenti utilizzano in genere le app HR per:

  • Tempo di log
  • Invio di schede attività e note spese
  • Iscriviti e ricevi una formazione
  • Rimani aggiornato sugli avvisi aziendali e altre notizie

Anche le app aziendali complesse come l'ERP ora si rivolgono agli utenti di dispositivi mobili. Secondo l'articolo di ITProPortal sull'ERP nel 2022, «Con l'ERP mobile, gli utenti hanno la comodità di accedere al proprio ERP tramite il proprio dispositivo mobile, con le stesse funzionalità del proprio desktop».

Una forza lavoro BYOD

I dipendenti, in particolare quelli che lavorano in un ambiente BYOD (bring your own device), vogliono scegliere dispositivi di cui si fidano e che trovino facili da usare. Lo considerano fondamentale per la produttività e la soddisfazione sul lavoro, poiché l'utilizzo di qualsiasi dispositivo scelto offre loro flessibilità e autonomia. Un sondaggio globale condotto da Gartner su oltre diecimila lavoratori ha rilevato che55% tra gli intervistati utilizzano smartphone o laptop di proprietà personale per il proprio lavoro almeno una parte del tempo. Ciò include Mac, desktop e laptop Windows e Linux; smartphone Android e Apple; tablet e phablet e altro ancora in arrivo.

Come supporta la diversità dei dispositivi IT?

Quando un dipendente ha un problema con il proprio dispositivo personale o un'applicazione in esecuzione su di esso, ha bisogno dello stesso livello di supporto fornito dall'IT /help desk per i dispositivi gestiti dall'azienda. Ciò comporta un nuovo onere di supporto per l'IT. La maggior parte dei team IT dispone di uno strumento di supporto remoto che consente l'accesso ai computer gestiti, ma che non riesce a gestire tutte le istanze BYOD remote in uso oggi.

Per supportare con successo le esigenze BYOD dei lavoratori remoti, i reparti IT progressivi sono passati a funzionalità in tempo reale per supportare qualsiasi dispositivo (gestito e non gestito) in caso di difficoltà tecniche. Il modo più veloce per raggiungere questa capacità è implementare una soluzione di supporto assistito.

Che cos'è il supporto assistito?

Il supporto assistito è una forma avanzata di supporto su richiesta. Consente all'IT di accedere in remoto a qualsiasi computer, tablet o dispositivo mobile mentre l'utente è presente senza alcuna installazione preventiva. Ciò significa che i tecnici possono supportare qualsiasi utente finale sul proprio lavoro o dispositivo personale (inclusi dispositivi Windows, Mac, iOS e Android), nel momento in cui hanno bisogno di aiuto. Con il supporto assistito, i tecnici assumono semplicemente il controllo del dispositivo dell'utente finale per risolvere i problemi, proprio come farebbero di persona.

Combinazione di MDM con assistenza assistita

Anche prima della pandemia, i reparti IT hanno assistito al picco nell'utilizzo dei dispositivi mobili da parte dei dipendenti e hanno risposto implementando soluzioni MDM (gestione dei dispositivi mobili). Secondo Wireless Watchdogs, le soluzioni MDM possono controllare l'accesso remoto a dati altamente sensibili, fornire l'autenticazione dell'utente e persino offrire la cancellazione remota dei dati dei dispositivi in caso di smarrimento o furto. Inoltre, MDM può essere utilizzato per assicurarsi che i dispositivi siano aggiornati sulle patch software che potrebbero correggere vulnerabilità di sicurezza note.

Per utilizzare una soluzione MDM, l'IT distribuisce un agente su ogni singolo dispositivo gestito dall'azienda all'interno della rete aziendale. Questi agenti segnalano i dati di ciascun dispositivo e i protocolli stabiliti impongono azioni specifiche ogni volta che un dispositivo mostra segni di essere una potenziale minaccia alla sicurezza.

Tuttavia, l'MDM da solo non può supportare tutti i dispositivi BYOD in uso oggi. Soprattutto se si considera che le stime forniscono una gamma di dispositivi da 1,7 a 2,3 in uso da parte di ciascun dipendente remoto che utilizza il proprio dispositivo per lavoro. Di conseguenza, molte aziende stanno aggiungendo il supporto assistito alla loro soluzione MDM esistente tramite una semplice integrazione. Il supporto assistito da Splashtop offre una facile integrazione in più soluzioni MDM e di sicurezza.

Il supporto assistito aumenta il ROI dell'MDM

Samsung stima che l'MDM on-premise costa in media 12.000 dollari all'anno per supportare 100 utenti. Anche se un'organizzazione utilizza MDM basata su cloud, pagherà comunque più di $10.000 per 100 utenti ($5.000 per MDM di base). Pertanto, è un ottimo ROI aggiungere il supporto assistito a una frazione di tale costo. Con Splashtop SOS puoi supportare un numero illimitato di utenti a soli $199 per licenza tecnica.

Splashtop SOS consente inoltre la gestione dei tecnici assistiti, più sessioni simultanee, branding personalizzato e integrazioni con ticketing/ITSM. I leader IT hanno già investito così tanto budget per consentire il lavoro a distanza. La capacità di supportare ogni singolo dispositivo utilizzato dai dipendenti (senza limiti di volume del dispositivo) è un gioco da ragazzi.

L'esecuzione dell'assistenza supervisionata di Splashtop è molto facile

Sia i reparti IT che i dipendenti hanno abbracciato il supporto di Splashtop per la sua semplicità. Un dipendente genera semplicemente un codice di sessione univoco a 9 cifre e quindi invia quel codice al personale dell'help desk. Il tecnico può utilizzare il codice per connettersi al dispositivo del dipendente, assumendo immediatamente il controllo. Una volta sotto controllo, possono trasferire file, stampare in remoto, chattare, condividere schermate e altro ancora. Dai telefoni cellulari personali ai desktop aziendali, il supporto assistito semplifica la gestione sicura dei dispositivi dei dipendenti da parte dei team IT.

Cerchi un modo semplice e sicuro per gestire la diversità dei dispositivi della tua organizzazione? Prova Splashtop SOS oggi!

Contenuto correlato

Banner di prova gratuito nella parte inferiore del blog