Vai al contenuto principale
+31 (0) 20 888 5115Prova gratuita
Philip Sheu, Splashtop Co-Founder
La vita a Splashtop

Discussioni sul pivot di Splashtop, il presente e i piani per il futuro con il cofondatore Philip Sheu

Da Splashtop Team
5 minuti di lettura

Iscriviti

NewsletterFeed RSS

Condividi

Philip Sheu, CTO e cofondatore di Splashtop, ha contribuito a gestire la trasformazione dell'azienda da sviluppatore di app per dispositivi mobili a fornitore di servizi cloud. Gillian Miller, Content Manager di Splashtop, lo ha incontrato per parlare di questo cambiamento, di dove si trova oggi Splashtop e di dove prevede che l'azienda arriverà in futuro.

Gillian Miller: Ciao Philip, grazie per aver trovato il tempo di sederti e parlare con me oggi. Partiamo dall'inizio: cosa ti ha ispirato a fondare Splashtop?

Philip Sheu: Come forse saprai, tutti i fondatori hanno studiato insieme all'MIT. È lì che abbiamo avuto l'idea della startup. All'epoca, l'MIT organizzava un'interessante competizione imprenditoriale chiamata 10k Contest. Gli studenti dovevano mettere insieme un team di startup, scrivere un business plan, creare un prototipo e proporlo. Il vincitore vinceva 10.000 $ da destinare al finanziamento della propria impresa. Credo che siamo arrivati in semifinale, dove il nostro progetto è stato giudicato dai VC. L'esperienza e il lavoro di squadra ci hanno portato sulla strada della startup.

Qualche anno dopo, dopo aver lavorato separatamente in grandi aziende, non siamo più riusciti a resistere al virus delle startup. Mark, Robert e Thomas si sono riuniti per primi e hanno avviato un'azienda di firmware per la gestione dei server. All'epoca progettavo hardware per server presso HP, ma mi sono unito a loro poco dopo. L'azienda è stata acquisita dopo pochi anni. L'abbiamo gestita fino al 2006, anno in cui ci siamo licenziati tutti e abbiamo dato vita a Splashtop come oggi lo conosciamo.

Gillian Miller: È una bella storia. Come avete preso la decisione di cambiare rotta nel 2006?

Philip Sheu: Eravamo piuttosto aperti in termini di prodotto e tecnologia. Sapevamo di voler costruire qualcosa per gli utenti di tutti i giorni. In precedenza i nostri clienti diretti erano grandi aziende di server come Dell, IBM e HP. Sebbene sia stata un'esperienza eccellente, ci siamo sentiti un po' scollegati dai veri utenti. Quindi, un feedback più diretto è diventato il nostro primo requisito per la nostra nuova impresa.

La seconda è stata quella di trovare un punto dolente. Un problema da risolvere. Un problema che noi stessi abbiamo compreso a fondo. Apple aveva appena lanciato iPad. Si trattava di un oggetto nuovo e scintillante, che divenne immensamente popolare in breve tempo. Ogni utente di iPad aveva ancora un PC che ospitava i suoi film in HD, i suoi giochi, la sua collezione di musica e così via. L'App Store stava per decollare, non c'erano Netflix, Spotify e le app per desktop. Così abbiamo pensato: "Alla gente potrebbe far piacere riuscire a portarsi dietro l'iPad, con la sua bellissima forma, il suo incredibile touchscreen e la batteria che dura otto ore, e avere comunque accesso all'intera collezione di film, musica, ecc. che ha a casa senza compromettere le prestazioni o l'esperienza". Con un numero sempre maggiore di smartphone e tablet sul mercato, volevamo che le persone fossero in grado di passare senza problemi dalla loro vita digitale a quella su più dispositivi. Questo è diventato il punto dolente che volevamo risolvere.

Gillian Miller: Qual è la cosa più importante a cui state lavorando ora?

Philip Sheu: Una delle cose più importanti su cui stiamo lavorando, e che speriamo diventi il prossimo pilastro della nostra azienda, è l'accesso remoto per l'IT e i service desk delle organizzazioni medio-grandi. Passare al mercato superiore rispetto alla nostra base di PMI è un percorso di crescita impegnativo, ma entusiasmante e naturale. Credo che la nostra base di tecnologie e prodotti sia abbastanza solida da iniziare a costruirci sopra, e la nostra mentalità appassionata incentrata sul cliente saprà attrarre e servire anche questi nuovi clienti più grandi.Come organizzazione, siamo pronti a soddisfare le esigenze di conformità e sicurezza dei clienti aziendali.

Vediamo che molti potenziali clienti sono bloccati da una manciata di fornitori che hanno dominato il mercato dell'accesso remoto per l'IT aziendale e l'helpdesk. Anche se questi fornitori hanno una lunga storia alle spalle e sono sicuramente molto noti, crediamo che molte delle esigenze dei loro clienti possano essere soddisfatte meglio da un prodotto Splashtop. I nostri prodotti sono più performanti, più facili da usare e si integrano perfettamente negli ambienti IT esistenti dei clienti. Inoltre, il team di Splashtop ascolta attentamente le loro esigenze e agisce di conseguenza.

Gillian Miller: A parte il passaggio al mercato, qual è la tua visione per il futuro di Splashtop?

Philip Sheu: Insieme ai miei co-fondatori, aspiro a fare di Splashtop il miglior partner per i clienti che hanno bisogno di fare qualsiasi cosa da remoto e in modo sicuro. Potrebbe trattarsi del service desk per un'azienda Fortune 500, degli animatori di uno studio cinematografico che lavorano da casa, di una grande università che offre i suoi servizi di laboratorio informatico agli studenti fuori sede o di chiunque abbia bisogno di fare qualcosa da remoto.

Vogliamo che le persone possano contare su Splashtop. Che abbiano la reattività e la fedeltà video per sentirsi come se fossero davanti all'altro computer. Vogliamo che sia un processo facile e reattivo. E, soprattutto, vogliamo che sappiano che è sicuro.

Gillian Miller: Assolutamente, è un ottimo obiettivo per il futuro, soprattutto in un mondo come quello attuale. Sembra che tu sia estremamente impegnato nella crescita di Splashtop. Cosa ti entusiasma di questa azienda? Cosa ti fa alzare dal letto ogni mattina?

Philip Sheu: Due cose. La prima risale alla nostra motivazione originale: abbiamo dato vita a Splashtop con l'obiettivo di fornire qualcosa di utile direttamente ai consumatori. Il continuo feedback dei nostri clienti, insieme alla possibilità concreta di fare qualcosa, è ciò che fa alzare me e i miei colleghi ogni mattina.È un luogo comune, ma il nostro lavoro è molto più di uno stipendio, perché rendiamo più facile la vita dei nostri clienti. Proviamo un profondo senso di orgoglio e appagamento grazie al legame con loro.

La seconda cosa è sono le persone di Splashtop. Ci sono tantissime personalità diverse, competenze e background variegati. La nostra cultura è il filo conduttore che ci unisce tutti. A Splashtop ci sentiamo come in una seconda famiglia, ci aiutiamo a vicenda a raggiungere il successo e a crescere. I miei colleghi sono davvero bravi in quello che fanno, ma sono anche umili e collaborativi. È davvero un piacere lavorare ogni giorno con il nostro team.

Gillian Miller: Per concludere la nostra conversazione, qual è un fatto interessante su Splashtop?

Philip Sheu: Diversi aspetti di Splashtop oggi sono legati alla nostra esperienza universitaria, al luogo da cui proveniamo e a quello in cui siamo cresciuti. Prima di incontrarci all'MIT, eravamo tutti immigrati in California da Taiwan, dove siamo nati. Dopo l'università, ci siamo trasferiti in California e abbiamo stabilito lì la sede centrale di Splashtop. In seguito, abbiamo aperto il primo ufficio tecnico di Splashtop a Taiwan. Ad oggi è ancora il nostro ufficio di ingegneria più grande.

Prova gratuita

Contenuti correlati

Confronti

Confronto con i prezzi di TeamViewer - Risparmia il 50% con Splashtop

Ulteriori informazioni
Secure Workspace

In che modo Splashtop Secure Workspace protegge la proprietà intellettuale di media e intrattenimento

Informazioni dettagliate sull'accesso remoto

Come usare un software per desktop remoto su un iPad

Supporto remoto del Help Desk e IT

Come affrontare le sfide IT negli hotel: il potere degli strumenti di supporto remoto

Visualizza tutti i blog
Scopri le ultime notizie su Splashtop
AICPA SOC icon
  • Conformità
  • Informativa sulla privacy
  • Condizioni d'uso
Copyright ©2024 Splashtop Inc. Tutti i diritti riservati. Tutti i prezzi indicati non includono le tasse applicabili.