I 10 migliori consigli per un lavoro remoto sicuro

Blog sul lavoro remoto sulla sicurezza

Siamo tutti d'accordo sul fatto che tenere lontani i lavoratori remoti dalla rete aziendale è l'unico modo sicuro per proteggere la tua organizzazione dagli attacchi informatici. Dopotutto, un utente malintenzionato bloccato all'esterno non può raggiungere i tuoi dati preziosi. Questo è ciò che rende l'accesso remoto Splashtop così prezioso per la tua sicurezza: fornisce l'accesso remoto senza consentire agli utenti remoti di accedere alla rete della tua organizzazione.

Un recente studio di Tenable che ha scoperto che il 74% le organizzazioni attribuiscono i recenti attacchi informatici che hanno un impatto sul business alle vulnerabilità tecnologiche del lavoro remoto. Ma per quanto riguarda la sicurezza delle reti e dei dispositivi domestici dei tuoi lavoratori remoti?

La mancanza di visibilità sulle reti domestiche dei dipendenti rimane una delle principali preoccupazioni poiché ora lavorano al di fuori di un ambiente di sicurezza controllato. Le password che utilizzano per accedere al desktop remoto e ai dati aziendali a cui accedono durante le sessioni remote diventano disponibili per chiunque violi la propria rete domestica. Esistono misure che i tuoi dipendenti possono adottare per proteggere la propria rete domestica.

Anche il lavoratore remoto più attente alla sicurezza ha probabilmente trascurato alcuni di questi suggerimenti per la sicurezza della rete domestica. Per assicurarti che non rimangano vulnerabili a una violazione della rete domestica, condividi questi suggerimenti con tutti i tuoi lavoratori remoti.

Suggerimento 1: aggiorna il router e il Wi-Fi.

Modifica le impostazioni predefinite e utilizza password complesse per il router a banda larga e la rete Wi-Fi. Quindi, seleziona un nome generico per la tua rete Wi-Fi domestica (SSID), meglio ancora, nascondi il tuo SSID ed elimina il marchio dell'apparecchiatura. Infine, aggiorna il software del router e assicurati che il Wi-Fi sia crittografato con protocolli moderni (ad esempio, WPA3) mentre i protocolli precedenti (ad esempio, WEP [Wired Equivalency Privacy] e WPA [Wi Fi Protected Access]) sono disabilitati.

Suggerimento 2: aggiorna regolarmente il software.

La maggior parte delle applicazioni software moderne controllerà automaticamente la presenza di aggiornamenti appena rilasciati. Tuttavia, devi assicurarti che lo facciano. Se non si verificano aggiornamenti automatici per un software specifico, sostituirlo o acquistare software che identifica e gestisce centralmente tutti gli aggiornamenti software installati sul computer di casa. Mentre gli hacker continuano a inventare nuovi vettori di attacco, questi regolari aggiornamenti software diventano sempre più importanti per respingerli. Gli aggiornamenti forniscono patch critiche e correzioni di sicurezza per le minacce e le vulnerabilità appena scoperte.

Suggerimento 3: rimuovere servizi e software non necessari.

È incredibile quanto software e servizi non necessari (e compromettenti la sicurezza) vengano forniti in bundle con un nuovo laptop. Conosciuti come «bloatware», rallentano le prestazioni del dispositivo e ampliano la superficie di attacco della rete e dei dispositivi. Una rapida ricerca su Google spiega cosa fa ogni app o servizio bloatware. Rimuovi quelli che non ti servono, che è la maggior parte di essi. Inoltre, se utilizzi un dispositivo più vecchio, sai quali servizi utilizzi e non utilizzi. In questo modo è ancora più facile scegliere quelli da rimuovere immediatamente. Infine, tieni presente che «Interrompi questa app» non è la stessa cosa di «Rimuovi questa app». Vuoi rimuoverli.

Suggerimento 4: non conservare le configurazioni predefinite di fabbrica di hardware e software.

Per rendere i propri prodotti facili da risolvere e facili da usare per i consumatori, la maggior parte dei prodotti dei fornitori di hardware/software arriva con configurazioni predefinite di fabbrica che ignorano la sicurezza. Sono tutte una questione di convenienza. Modificare la configurazione predefinita per ridurre le vulnerabilità e proteggere dalle intrusioni.

Suggerimento 5: modifica le password e i nomi utente di accesso predefiniti.

La maggior parte dei dispositivi di rete sono preconfigurati con password di amministratore predefinite per semplificare la configurazione Non solo non sono sicuri, ma sono spesso facili da trovare tramite una ricerca su Google. Gli hacker lo sanno e accedono facilmente alle reti domestiche che non sono riuscite a cambiarle.

Suggerimento 6: usa password complesse.

Una password lunga è una password complessa. Secondo IronTech Security, se una password è di soli quattro o cinque caratteri, un hacker che utilizza tecniche di «forza bruta» può hackerarla istantaneamente. Tuttavia, una password con 18 caratteri (anche se sono solo numeri) può richiedere fino a 9 mesi perché un hacker decifri il codice. Quindi, usa password lunghe con sequenze tutt'altro che ovvie e non usa mai la stessa password in più di un posto. Quindi, se un hacker compromette uno dei tuoi account, gli altri rimarranno al sicuro.

Suggerimento 7: esegui un software antivirus aggiornato.

Un'applicazione software antivirus (AV) affidabile è un'importante misura di protezione contro le minacce dannose note. Può rilevare, mettere in quarantena e rimuovere automaticamente vari tipi di malware, come virus, worm e ransomware. Molti programmi AV sono molto facili da installare e utilizzare. Abilita gli aggiornamenti automatici delle definizioni dei virus per assicurarti di stare al passo con le minacce più recenti. Infine, attiva le funzionalità di sicurezza aggiuntive del software come il controllo genitori, la protezione della posta elettronica e il blocco dei siti Web dannosi. Probabilmente la scansione rallenterà il tuo computer. Fai una pausa, prendi un caffè, vai a fare una passeggiata, non disabilitare o interrompere la scansione.

Suggerimento 8: blocca lo schermo quando sei lontano dal computer.

La nuova normalità del lavoro a distanza significa che molte persone lasciano acceso i computer di casa per più ore. Assicurati di bloccare lo schermo quando sei lontano dal computer, soprattutto se hai bambini più piccoli a casa, visitatori occasionali e/o coinquilini. Non condividere il computer di lavoro con nessuno.

Suggerimento 9: installa i firewall su tutti i tuoi dispositivi.

I firewall basati su dispositivo (o basati su host) ispezionano e filtrano il traffico di rete in entrata e in uscita di un computer. Sono dotati della maggior parte dei dispositivi moderni, quindi assicurati di accenderli. I sistemi operativi Windows e Linux sono dotati di un firewall integrato, personalizzabile e ricco di funzionalità.

Suggerimento 10: eseguire il backup coerente dei dati.

Effettua regolarmente copie di backup di tutte le informazioni preziose memorizzate sul tuo dispositivo. È possibile utilizzare servizi di backup basati su cloud o archiviazione USB. Potresti preferire il percorso USB per tenere tutto in casa, letteralmente. Tuttavia, un'applicazione di backup di terze parti può semplificare e automatizzare il processo per coloro che non sono abbastanza diligenti da rimanere coerenti. Infine, crittografa il backup per proteggere le tue informazioni.

Quando si tratta di lavoro a distanza, la casa è dove inizia la sicurezza.

Prenditi il tempo necessario per condividere queste semplici ma spesso trascurate misure di sicurezza con i tuoi lavoratori remoti. Seguendoli, puoi aumentare il successo della tua strategia di forza lavoro remota e ridurre significativamente la superficie di attacco delle reti domestiche dei tuoi dipendenti, mantenendo sia loro che la tua organizzazione al sicuro dai moderni attacchi informatici. Per ulteriori informazioni sulla creazione di un ambiente di lavoro remoto sicuro e produttivo, consulta il Coronavirus Remote Work Resource Center di Splashtop.

Rimani aggiornato con le ultime notizie sulla sicurezza con il nostro nostro Security Feed.


Risorse aggiuntive

Banner di prova gratuito nella parte inferiore del blog